2021: meno è meglio.  5 consigli per l'anno che verrà

2021: meno è meglio. 5 consigli per l'anno che verrà

Postato da Apicoltura Casentinese il 21/12/2020
Nella vita di molti di noi forse non è mai esistito un anno pieno di buoni propositi come il 2021. E non solo di buoni propositi, ma di piccoli sogni, di necessità da ridefinire, decisioni da prendere e che abbiamo rimandato gioco forza per troppi mesi. 

Il 2021 ha già l’agenda occupata da tutte le cose che quest’anno non abbiamo fatto, che abbiamo interrotto o che vogliamo cambiare. Eppure, quando alle persone viene chiesto cosa le aspetta in futuro, la maggior parte vive un momento di incertezza, vuole tornare ad abbracciare i propri amici ma non sa cosa ne sarà del proprio lavoro, vuole tornare a viaggiare ma non sa se ne avrà il tempo. Ci sono le speranze, ma ci sono anche i timori. 

Il fatto è che un anno nuovo nasce sempre da un anno vecchio e, tra tutte le cose, ce n’è una che tutti, più o meno, hanno dovuto imparare: è possibile fare con meno.

Abbiamo rispolverato i vecchi vestiti e le vecchie tute, abbiamo usato meno l’auto, abbiamo fatto e cucinato senza far scadere quello che avevamo comprato, abbiamo detto di no ad inviti a cui non volevamo partecipare, ci siamo svuotati di cose che non sapevamo che fossero lì ma che ci appesantivano, ci rendevano lo spazio più piccolo. 

Perché forse l’altra cosa più importante che abbiamo capito è che abbiamo bisogno di spazio. Spazio per camminare, per respirare, spazio per muoversi tra le idee, per pensare e per vivere accanto l’uno all’altro. 

Così abbiamo riflettuto e annotato alcuni buoni propositi che forse potrebbe essere utile
aggiungere ai vostri e che ci auguriamo di realizzare:

Stiamo meno connessi.
Il 2020 è stato l’anno delle videocall, delle lezioni online, delle chiamate su what’s app e delle giornate perse davanti al telefono. Non appena potremo tornare a vivere sereni, girare per le strade e incontrare gli altri, lasciate il telefono in tasca e godetevi la realtà. Il sapore che ha la vita fuori dagli schermi è imparagonabile, questo è sicuro. 

Sprechiamo di meno.
La conoscete la famosa regola dello svuota-frigo no?
Applicatelo anche al resto. Fate attenzione alla confezioni, alle buste di plastica in più che vi danno in negozio. A volte comunicare semplici accortezze fa rendere conto anche gli altri intorno a voi che possiamo cambiare. 

Facciamo ordine nei posti dove accumuliamo tutto.
Un giorno che piove, una domenica grigia, fatevi coraggio e fate ordine in una di quelle stanze dove vi fa paura mettere mano. A volte negli angoli nascosti troverete cose che avete dimenticato, coperte da inutilità, da cose che non vi servono più o che potete regalare a qualcuno. 

Quello che non ci serve, regaliamolo.
Ci sono associazioni, amici, famiglie e conoscenti che possono aver bisogno di quello che non abbiamo più. Un buon proposito dovrebbe essere quello per cui, se non possiamo utilizzarlo noi, non deve per forza essere buttato, ma potrebbe servire a qualcun altro. 

Riempiamo lo spazio di relazioni che contano, di progetti, di idee e sentimenti sinceri. 
Una volta che avrete fatto spazio, che il frigo sarà vuoto, che il telefono avrà meno notifiche, che l’armadio non avrà più quei pantaloni anni 2000 che non vi stanno più, 
a quel punto riempite questo spazio di amicizie, di amore e di idee. 

Forse il 2021 non sarà l’anno più felice della vostra vita, ma preso con il piede giusto, potrebbe essere l’anno in cui ripartire dalla vita semplice, depurata dal superfluo e animata da noi stessi. 




 
12/01/2021
Nel regno animale l’egoismo è alla base del processo di selezione naturale. Eppure per alcune specie si realizza un paradosso...
21/12/2020
I biscotti sacher hanno un solo difetto: non sono mai abbastanza.  Se amate il connubio del cioccolato fondente con l’aroma di albicocca,...
19/12/2020
Quando l’ape regina depone le uova si fa una sola domanda: maschio o femmina? Immaginate una piccola cella esagonale. Potrebbe essere...