Le api sentono gli odori

Le api sentono gli odori

Postato da Apicoltura Casentinese il 13/11/2020
Esistono tanti tipi di naso.
Esistono quelli dei cani da tartufo, le proboscidi degli elefanti esistono le narici potentissime degli squali e quelle di un porcellino d’india. Esistono i nasi degli uomini, grandi e piccoli, ma per l’ape no, non esiste alcun naso. Eppure le api sentono gli odori benissimo.

Grazie alle antenne che contengono numerose fossette olfattive, le api sono in grado di riconoscere gli odori. Inoltre hanno una capacità che noi non abbiamo: possono percepire gli odori spazialmente. Questa dote è detta senso topochimico: esplorano lo spazio e ne percepiscono gli odori in modo raffinato, molto più di noi esseri umani, collocandoli poi in una mappa mentale che viene memorizzata spazialmente.

Per questo trovano sempre la giusta fonte di nettare e per questo le esploratrici riescono ad allontanarsi di qualche chilometro dall’apiario.

I pesticidi purtroppo però inibiscono questa funzionalità disorientandole e così uccidendole. Ed è per questo che bisognerebbe lottare: perché i sensori sulle antenne aggiungono una funzionalità cerebrale inestimabile a questo incredibile insetto: dopo aver registrato gli odori, grazie alle danze coreografiche, riescono perfino a comunicare il percorso alle altre.

Perché per quanto piccole, le api sono esseri viventi intelligentissimi che possono ricordare un anno dopo, ciò che hanno imparato l’anno prima e, paragonate a noi, non fanno altro che dare esempio di una società collaborativa in ogni circostanza.
 
12/01/2021
Nel regno animale l’egoismo è alla base del processo di selezione naturale. Eppure per alcune specie si realizza un paradosso...
21/12/2020
Nella vita di molti di noi forse non è mai esistito un anno pieno di buoni propositi come il 2021. E non solo di buoni propositi, ma di...
21/12/2020
I biscotti sacher hanno un solo difetto: non sono mai abbastanza.  Se amate il connubio del cioccolato fondente con l’aroma di albicocca,...